Workshop: Luoghi d’incontro a Scuola

Home » Portfolio » Workshop: Luoghi d’incontro a Scuola
Workshop: Luoghi d’incontro a Scuola 2018-04-18T15:11:02+00:00

Project Description

Locandina Corso Psicomotricità Relazionale - evento IIPR

Dettagli Evento

  • Quando: 5 maggio 2018, 9.00 – 13.00;

  • Dove: Auditorium “Cardinale Urbani”, Via Visinoni 4/c, Zelarino -Venezia

  • Il seminario affronta il tema del “luogo” come spazio dell’incontro a scuola. Un luogo di incontro è prima di tutto un luogo di appartenenza. È un luogo fisico pensato per essere abitato: uno spazio esteticamente bello, di quella bellezza che nasce dall’averne cura…

  • Formatore: Cinzia Mion, Silvia Tabarelli

  • Scarica gli allegati: nessun allegato

Bollino Carta Docente

A chi è indirizzato

Per tutti coloro che operano nella scuola del primo e del secondo ciclo d’istruzione, nelle amministrazioni locali, nelle agenzie educative del territorio, insegnanti, dirigenti scolastici, educatori, operatori nel settore educativo.

Aggiornamento

Accreditati presso il MIUR secondo il Piano per la formazione docenti 2016-2019- area 6, coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile

Descrizione e Obiettivi

Il seminario affronta il tema del “luogo” come spazio dell’incontro a scuola. Un luogo di incontro è prima di tutto un luogo di appartenenza. È un luogo fisico pensato per essere abitato: uno spazio esteticamente bello, di quella bellezza che nasce dall’averne cura. È, insieme, spazio ricco di “traffico emotivo” su cui si fonda “lo stare bene a scuola”, il sentirsi partecipi, accettati, riconosciuti nei desideri e valorizzati per chi si è. Ma cosa fa sì che un’aula sia un luogo di incontro?  Quali sono i fattori in gioco che fanno la differenza? Che peso ha l’azione didattica nello “stare bene a scuola”? In altre parole, di quali strumenti dispongono gli insegnanti per costruire ambienti ricchi di relazioni nei quali l’apprendimenti possa accadere?

Nel fare scuola gli insegnanti, più di altri professionisti, mettono in gioco il piano personale: le relazioni e le esperienze di lavoro modificano la dimensione esistenziale profonda dell’identità professionale, costantemente esposta a degli esiti solo in parte preventivabili del loro agire. E ancora: la fatica quotidiana del fare scuola è legata alla necessità di decidere in tempo reale, in situazioni d’urgenza che richiedono di dare il giusto peso a comportamenti di trasgressione, oltre al saper cogliere e interpretare messaggi, taciti o esplosivi, di sofferenza e di richiesta aiuto.

Partendo da queste considerazioni, le piste di riflessioni che si vogliono aprire in questo workshop riguardano l’intreccio inestricabile tra le dimensioni professionale, sociale e relazionale del lavoro degli insegnanti, con l’obiettivo di prefigurare i bisogni e ipotizzare le domande di chi, come mestiere, ha scelto di fare posto al futuro.

Le domande sono: di che cosa hanno bisogno gli insegnanti per lavorare al meglio quando preparano “luoghi di incontro a scuola”? Quali sono i loro bisogni di professionisti che progettano, valutano, decidono, riprogettano? E come sostenerli nell’elaborare consapevolezza dei propri vissuti emotivi? Come costruire e avere cura dei rapporti tra colleghi? E come si fa ad essere membro di una comunità professionale?

Iscrizione e Pagamento

Il costo dell’evento è di 30 euro, ed è possibile acquistare l’accesso entro il 27 aprile.

Acquista il biglietto